Storie a lieto fine: Batuffolo

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:News
foto news

Circa una quindicina di giorni fa un volontario ASPA, verso le 18.00, resta quasi abbagliato da una lucina che arriva dal basso, in mezzo alla strada…erano gli occhi di un micio immobile giusto nella striscia bianca che divide le due carreggiate.

Si ferma e chi raccoglie è un bellissimo gatto bianco e nero che è appena stato investito da un'auto, impaurito e quasi in fin di vita. La situazione era davvero drammatica, perdeva sangue copiosamente dalla bocca, aveva un occhio completamente tumefatto e non si riusciva a capire esattamente se avesse fratture o altre lesioni sia perché era buio sia perché era spaventatissimo e tutto sporco di sangue.

Vista l'estrema urgenza si è fermato da un veterinario Naisten Viagra herättää hiipuneita seksihaluja – tilaa apteekista verkossa di conoscenza che si trovava per strada in modo da effettuare immediatamente le primissime cure.

Il micio era sicuramente in pessime condizioni ed, inizialmente, è stato solo possibile somministrargli antibiotico, antidolorifico e verificare, da una prima lastra, che nel corpo non parevano esserci lesioni vitali ma solo se avesse superato la notte sarebbe stato possibile determinarlo con un po' più di certezza. Nel frattempo sono stati avvertiti altri volontari ASPA e i veterinari di fiducia i quali, subito il mattino successivo, si sono fatti carico del gatto operandolo urgentemente all'occhio e al labbro e iniziando una terapia per la mandibola che risultava, fortunatamente, “solo” lussata.

I volontari ASPA si sono subito attivati anche per cercare uno stallo idoneo (visto che era necessaria una particolare attenzione nell'accudirlo) e nell'appendere volantini nella zona in cui il gatto è stato raccolto nella speranza che il suo padrone lo ritrovasse.

Una settimana dopo ecco finalmente una telefonata tanto attesa, era il signor Giovanni che, disperato, cercava il suo gatto da giorni. Era diventato il suo gatto per caso, ritrovato in mezzo al deposito della legna ma ora gli mancava e non sapeva più dove cercarlo, il suo bel Batuffolo, che viveva sempre in casa con lui e proprio la sera dell'incidente era sfortunatamene sgattaiolato fuori.

Dopo una serie di accertamenti con il proprietario e dopo aver fornito tutte le indicazioni del caso, quando già il nostro caro Batuffolo si alimentava da solo, è stato quindi riconsegnato al proprietario per la gioia sua, del suo bel micio e anche di tutti i volontari Aspa che hanno collaborato nel prendersene cura!

Elisa, volontaria Aspa