il volontariato in canile

Se siete giunti in questa pagina sicuramente state ponderando seriamente l’idea di diventare volontari. Se non altro, si spera abbiate superato la fase in cui le persone dicono: “Vorrei aiutare i cani, ma se entro in canile sto male. Non ce la faccio”. Il che può essere comprensibile, ma capita solo la prima volta. La seconda è del tutto diversa: si entra per fare qualcosa di concreto per i nostri amici e diventa un’esperienza fantastica, unica ed irripetibile.
I volontari si devono occupare principalmente della socializzazione dei cani. In primis con l’uomo, dato che quasi sempre quest’ultimo li ha abbandonati, delusi e qualche volta anche maltrattati.
In un secondo tempo fra loro, visto che è molto probabile che andranno a vivere con altri cani una volta adottati.

ARTU'---IlariaDurante i momenti di socializzazione è possibile portare il cane in passeggiata, in modo da abituarlo al collare e al guinzaglio, oppure è possibile fargli fare una bella corsetta nello sgambatoio. Entrambe le attività devono essere svolte con la finalità di far divertire il cane, fargli annusare tutti gli odori che all’interno di un box non può sentire e, cosa più importante, insegnargli a relazionarsi con noi premiandoli di tanto in tanto per rafforzare un comportamento che giudichiamo corretto.
Ma attenzione. Le ore che dedicate al volontariato in canile non devono trasformarsi in una corsa a chi porta fuori più cani. In questo modo non si fa il bene del cane. E tanto meno non va bene rimpinzare il cane di biscotti e altro cibo. Uno dei problemi nei canili, almeno quelli nostrani, non è la fame, ma la sovralimentazione, che accompagnata ad una inevitabile scarsa attività fisica, genera obesità e altri problemi.
Per ultimo, ma non meno importante, il volontario si occupa della salute del cane, informando subito i volontari più esperti se riscontra qualcosa che non va, e della pulizia del canile.

Ad Aspa infatti1392 è stata affidata la gestione del Canile Consortile e soprattutto nei week end servono volontari per pulire i box e dare da mangiare agli ospiti pelosi. Per maggiori informazioni sul canile clicca qui.

C’è tanto da imparare quindi! Ed è per questo che Aspa periodicamente organizza corsi mirati alla formazione dei suoi volontari.volontari
L’atto d’amore più grande infatti non è tanto l’amarli in sé, ma cercare di conoscerli in maniera sempre più approfondita per comprenderli e saperli aiutare nel modo migliore.

Qui tutte le info per diventare volontari Aspa!